Visualizza il testo con caratteri normali  Visualizza il testo con caratteri grandi  Visualizza il testo con contrasto elevato
clicca per stampare il contenuto di questa pagina

EZIONI POLITICHE 2018

Disciplina per lo svolgimento della campagna elettorale
per le elezioni Politiche del 4/03/2018
(dal giorno 02 febbraio 2018 alle ore 24 del giorno 03 marzo 2018)


Spazi per posizionamento banchetti o gazebo

 

Gli spazi disponibili per la propaganda elettorale con banchetti o gazebo risultano individuati come di seguito e potranno occupare una superficie massima di 10 metri quadrati:

Piazza Garibaldi
Piazza Centro Commerciale Via Ho Chi Min
Piazza Pompilio
Piazza Trieste
Piazza Martiri di Cefalonia
Via del Castello
Piazza Paolucci
Area verde di Via Kennedy
Selbagnone - Piazza delle Ciminiere
San Pietro ai Prati - nuovo parcheggio di Via Prati
Sant’Andrea in Rossano - parcheggio campo sportivo


Spazi e sale comunali disponibili solo per comizi o riunioni di propaganda elettorale o intrattenimenti

 

Piazza Garibaldi
Sala del Consiglio
Piazza Centro Commerciale Via Ho Chi Min
Piazza Pompilio
Piazza Trieste
Piazza Martiri di Cefalonia
Via del Castello
Piazza Paolucci
Area verde di Via Kennedy
Selbagnone  Piazza delle Ciminiere
San Pietro ai Prati - nuovo parcheggio di Via Prati
Sant’Andrea in Rossano - parcheggio campo sportivo

 


Richiesta e relativa autorizzazione per l’occupazione suolo pubblico con banchetti o gazebo per la propaganda elettorale e volantinaggio

 

La domanda per l’autorizzazione all’occupazione temporanea di suolo pubblico, per periodi non superiori alle 18 ore, deve pervenire al protocollo comunale almeno 7 giorni prima della data fissata per l’occupazione ed è esente dalla TOSAP (art. 8 del regolamento comunale per l’applicazione della TOSAP);
negli altri casi la domanda per l’autorizzazione all’occupazione temporanea di suolo pubblico deve pervenire al protocollo comunale almeno 8 giorni prima della data fissata per l’occupazione; competente dell’istruttoria è l’ufficio lavori pubblici;
il responsabile del procedimento prima di emettere l’autorizzazione attenderà la scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda e provvederà entro 48 ore dalla scadenza del suddetto termine;
nel caso di sovrapposizione di richieste (stesso luogo, stesso giorno e stessa ora) l’autorizzazione sarà rilasciata utilizzando il criterio di rotazione tra i partiti e movimenti politici, tenendo conto sia dell’ordine cronologico di presentazione della richiesta, sia del principio per cui gli spazi comunali devono essere messi a disposizione dei partiti o movimenti presenti nella competizione elettorale? in misura eguale tra loro;
il volantinaggio è consentito solo durante la propaganda elettorale autorizzata con il posizionamento di banchetti o gazebo ad una distanza non superiore ai dieci metri;
è vietato il lancio o il getto di volantini in luogo pubblico o aperto al pubblico, mentre è liberamente consentita, da mano a mano, la distribuzione degli stessi;
in tutte le postazioni non sarà ammessa amplificazione di suono o di voce a mezzo di impianti di amplificazione sonora o megafoni. E’ consentito l’utilizzo di postazioni fisse (c.d. gazebo) per le iniziative di propaganda elettorale, purché tali strutture non presentino ?raffigurazioni, fotografie, simboli, diciture o colori che direttamente o indirettamente richiamino formazioni politiche o candidati?; mentre le bandiere dei partiti e dei movimenti politici non possono essere riconducibili a forme di propaganda elettorale a carattere fisso quando le stesse servono esclusivamente ad identificare la titolarità del gazebo medesimo;
relativamente a tali concessioni dovranno essere osservate le disposizioni di legge in materia di viabilità e di distanza da scuole, luoghi di culto, convitti, caserme o altre convivenze, ospedali e case di cura, mercati e vie di particolare importanza per la circolazione;
I sottoscrittori delle sopraindicate domande per conto dei rispettivi partiti o liste saranno considerati responsabili del corretto utilizzo degli spazi pubblici assegnati;
copia dell’autorizzazione dovrà essere inviata al Comando Carabinieri in modo da consentire eventuali servizi di vigilanza e controllo, all’ufficio di Polizia Municipale, ove non sia l’ufficio che rilascia l’autorizzazione e, per conoscenza, all’ufficio elettorale.

 

 

Richiesta e relativa autorizzazione per l’utilizzo delle sale comunali

 

Le concessioni di sale saranno rilasciate da parte degli uffici competenti, previa apposita richiesta da far pervenire al protocollo comunale almeno 7 giorni prima della data fissata per l’iniziativa

il responsabile del procedimento prima di emettere l’autorizzazione attenderà la scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda e provvederà entro 48 ore dalla scadenza del suddetto termine;
qualora l’utilizzo del locale venga richiesto per l’effettuazione di una riunione nella quale è ammesso il contraddittorio, dovrà essere data tempestiva notizia agli organi di polizia;
nel caso di sovrapposizione di richieste (stesso luogo, stesso giorno e stessa ora) l’autorizzazione sarà rilasciata utilizzando il criterio di rotazione tra i partiti e movimenti politici, tenendo conto sia dell’ordine cronologico di presentazione della richiesta, sia del principio per cui gli spazi comunali devono essere messi a disposizione dei partiti o movimenti presenti nella competizione elettorale? in misura eguale tra loro;
i sottoscrittori delle domande di utilizzo delle sale comunali, per conto dei rispettivi partiti o liste, saranno considerati responsabili del corretto utilizzo degli spazi pubblici assegnati;
copia dell’autorizzazione dovrà essere inviata al Comando Carabinieri in modo da consentire eventuali servizi di vigilanza e controllo, all’ufficio di Polizia Municipale e, per conoscenza, all’ufficio elettorale.

 

Richiesta e relativa autorizzazione per lo svolgimento di un comizio o riunione di propaganda elettorale in spazio aperto

 

l’occupazione degli spazi disponibili per i comizi elettorali individuati, riguarda solo il periodo compreso tra il 30esimo giorno antecedente la data delle elezioni (2 febbraio 2018) e le ore 24.00 di venerdì 2 marzo  

 2018, in cui non si applicano le disposizioni dell’art. 18 del testo unico 18 giugno 1931, n.773 (obbligo di dare avviso al Questore almeno con 3 giorni di anticipo).
la domanda per l’autorizzazione all’occupazione temporanea di suolo pubblico deve pervenire al protocollo comunale almeno 7 giorni prima della data fissata per l’occupazione;
il responsabile del procedimento emetterà l’autorizzazione entro 48 ore dalla domanda;


i comizi di propaganda all’aperto potranno essere tenuti tutti i giorni festivi e feriali nei seguenti orari:
dalle 9,30 alle 13,00
dalle 16,30 alle 23,00 (fino alle ore 24 negli ultimi due giorni di campagna elettorale);
l’uso di apparecchi amplificatori o altoparlanti è consentito sia per diffondere la viva voce dell’oratore che per la riproduzione sonora di discorsi, motti o inni registrati. Tale uso di apparecchiature amplificatrici è consentito anche quando sono montate, per comodità di trasporto, su veicolo che non sia in movimento;
in caso di iniziative diverse come ?giornali parlati? su veicoli in sosta (nel rispetto del vigente codice della strada), attorno ai quali è possibile esporre pubblicità elettorale per la durata dell’iniziativa, le stesse sono consentite nell’arco di tempo dalle ore 9,30 alle 21,30. I ?giornali parlati? non potranno essere diffusi da veicoli in movimento recanti apparecchiature amplificatrici;
durante lo svolgimento dei comizi saranno vietate la distribuzione e la vendita di materiale di propaganda, di giornali e di volantini da parte di altre forze politiche diverse da quelle che hanno organizzato la riunione;
è ammessa la predisposizione di banchetti da parte degli organizzatori del comizio per la distribuzione di materiale di propaganda elettorale; è altresì consentita l’utilizzazione di vessilli, bandiere, ecc. in modo non fisso, nonché di postazioni fisse (cd. Gazebo) solo per la durata del comizio;
durante i comizi è escluso il contraddittorio (esposizione di tesi contrapposte);
sono esclusi, al termine del comizio, l’effettuazione di cortei, anche motorizzati, parate, fiaccolate ed altre manifestazioni di propaganda di questo genere;
nel caso di sovrapposizione di richieste (stesso luogo, stesso giorno e stessa ora) l’autorizzazione sarà rilasciata utilizzando il criterio di rotazione tra i partiti e movimenti politici, tenendo conto sia dell’ordine cronologico di presentazione della richiesta, sia del principio per cui gli spazi comunali devono essere messi a disposizione dei partiti o movimenti presenti nella competizione elettorale? in misura eguale tra loro,  assicurando il rispetto dell’intervallo di 30 minuti tra la fine di un comizio e l’inizio di quello successivo;
ogni partito o movimento politico non potrà fruire in giorni consecutivi, in caso di concorrenti richieste, della stessa area nella medesima ora;
non è consentito lo scambio e la cessione dell’ora di comizio assegnata;
relativamente a tali concessioni dovranno essere osservate le disposizioni di legge in materia di viabilità e di distanza da scuole, luoghi di culto, convitti, caserme o altre convivenze, ospedali e case di cura, mercati e vie di particolare importanza per la circolazione;
i sottoscrittori delle richieste di suolo pubblico per lo svolgimento di comizi o riunioni di propaganda elettorale, per conto dei rispettivi partiti o liste, saranno considerati responsabili del corretto utilizzo degli spazi pubblici assegnati;
copia dell’autorizzazione dovrà essere inviata al Comando Carabinieri in modo da consentire eventuali servizi di vigilanza e controllo e, per conoscenza, all’ufficio elettorale.

 


Richiesta e relativa autorizzazione per lo svolgimento di pubblicità fonica

 

La richiesta per lo svolgimento di pubblicità fonica deve pervenire almeno 7 giorni prima dello svolgimento dell’iniziativa, anche a mezzo fax, all’ufficio protocollo dell’ente; competente all’istruttoria e al rilascio dell’autorizzazione è l’ufficio di polizia municipale;
lo svolgimento della pubblicità fonica su veicoli in movimento è consentito solo nei termini e nei limiti di cui all’art. 7, comma 2, della legge 24 aprile 1975, n. 130, al solo fine del preannuncio dell’ora e del luogo in cui si terranno i comizi o le riunioni di propaganda elettorale e solamente dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e dalle ore 16.30 alle ore 21.30 del giorno della manifestazione e di quello precedente;
la propaganda elettorale sonora è in ogni caso esclusa dalle aree prospicienti gli ospedali e case di cura, cimiteri, scuole, caserme, mercati e vie o piazze ad alta densità di traffico veicolare e luoghi ove si stiano svolgendo altri comizi o propaganda elettorale.

 

Affissioni di propaganda elettorale

 

Tra il 33° e il 31° giorno antecedente la votazione l’Amministrazione Comunale provvederà a stabilire, delimitare, ripartire ed assegnare agli aventi diritto il numero degli spazi da destinare all’affissione di manifesti di propaganda elettorale diretta.
La norma prescrive che le affissioni di propaganda elettorale possano essere effettuate esclusivamente negli appositi spazi predisposti dalla Giunta Comunale.
Sono vietati gli scambi e le cessioni delle superfici assegnate.



torna alla pagina precedente

Comune di Forlimpopoli - Tel. 0543.749111 - Fax. 0543.749247
Piazza Fratti n.2
Partita IVA: 00616370409 - CF: 80005790409
Indirizzo posta certificata - protocollo@pec.comune.forlimpopoli.fc.it

Validatore HTML 4.01     Validatore CSS!     Validazione WCAG WAI-A