Palazzo della Torre - Comune di Forlimpopoli (FC)

Cultura | Storia e monumenti | Palazzo della Torre - Comune di Forlimpopoli (FC)

Il Palazzo della Torre

Il palazzo della TorreIl Palazzo della Torre sorge nel luogo ove si trovava la casa del Podestà di Forlimpopoli (poi divenuta Palazzo Comunale) che fronteggiava, prima della distruzione albornoziana della città, la primitiva Cattedrale e il Vescovado. L’edificio, ricostruito dopo il 1380 durante la signoria di Sinibaldo Ordelaffi, è stato oggetto - nel corso dei secoli - di significative trasformazioni e ampliamenti. Nel 1801 la Municipalità viene da qui trasferita nella Rocca, in seguito alla requisizione del complesso da parte dei Francesi. Fra il 1825 e il 1834, su progetto dell’architetto forlimpopolese Raffaele Briganti, si realizzano i lavori di rifacimento dell’intera facciata e si provvede alla costruzione della Torre dell’Orologio. Con l’Unità d’Italia, all’interno del palazzo trova sede l’Asilo Infantile che qui rimane fino al 1919, quando è trasferito nel nuovo complesso fatto erigere dagli eredi dell’ing. Emilio Rosetti. Nel 1928 l’edificio diviene sede della Casa del Fascio. Alla fine della guerra il Comune di Forlimpopoli riesce a rientrarne in possesso e ne è tuttora proprietario. Nel 1975 un nuovo meccanismo elettrico ha sostituito il vecchio orologio a carica manuale.

 

(testo di Silvia Bartoli)

 

Foto - Il Palazzo della Torre in una foto-cartolina d'epoca (courtesy G. Lolli, Bertinoro)

Pubblicato il 
Aggiornato il 
Risultato (7 valutazioni)